SANATEC GROUP

Articoli

lunedì 26 giugno 2017

Preventivi On-line

Sanatec Group offre la possibilità di richiedere preventivi gratuiti on-line
Clicca qui
Oppure contattaci
Numero Verde Sanatec

Nuovi Accessi Area Riservata

Sanatec ha realizzato un Nuovo Sistema di Accesso all'Area Riservata
Clicca qui per accedere

Area Riservata: Utenti

Azienda
Utente
Password

Link Utili

Previsioni Meteo
Calcola il tuo percorso
Traffico in tempo reale

SANATEC SPONSOR SERIE A

www.mihailovca.ambasada.it
Leggi l' articolo ...

Solidarietà

Arco Onlus
Arco Onlus

Direttiva Biocidi

In data 8 agosto 2006 è stato pubblicato sulla GU il decreto del ministero della salute dal titolo:

“Revoca delle autorizzazioni dei presidi medico-chirurgici e divieto di immissione sul mercato, ai sensi dell’articolo 4, del regolamento (CE) n. 2032/2003”

Il decreto rappresenta la prima vera e propria conseguenza della Direttiva Biocidi (BPD) in Italia. Esso stabilisce che a partire dal 1° settembre 2006 sono revocate le registrazioni di presidi medico-chirurgici contenenti una serie di principi attivi elencati in vari allegati della BPD. A decorrere dalla medesima data, i presidi revocati non possono più essere immessi sul mercato nè vi possono essere mantenuti.

I principi attivi coinvolti sono quelli che non erano stati difesi da alcuna Società Europea. Fra i più interessanti possiamo annotare il carbaryl, il dimetoato, l’ergo e il colecalciferolo, il triclorfon, il fenthion, la sulfachinossalina, il cumacloro, il difacinone, il metoprene, il fenoxicarb e la paraidrossifenil sacilamide (p.a. del FUMISPORE). Il decreto, invece, sospende i suoi effetti per i PMC contenenti temefos che perciò potrà essere commercializzato anche dopo l’inizio di settembre, senza però specificare fino a quando.

Oltre a questo, il decreto proibisce l’immissione ed il mantenimento sul mercato dei biocidi attualmente in libera vendita (quindi non PMC) che contengono principi attivi non notificati. In questo caso si parla degli attrattivi o dei repellenti contenuti per esempio nelle trappole collanti o in quelle per le mosche. In realtà, in altri documenti, viene specificato che i sistemi di cattura se utilizzati per il monitoraggio non sono considerati biocidi. La situazione di questi prodotti non è perciò al momento ancora chiara.

Le conseguenze del decreto non si limitano alla commercializzazione dei suddetti prodotti. L’art. 8 del decreto, recita:

“ ... dal 1° settembre 2006 è vietato l’impiego presso terzi, da parte di operatori professionali, dei prodotti di cui agli articoli 1, 2 e 3.”

Stabilito questo, dopo il 1° settembre i PMC in questione non possono più essere venduti, nè utilizzati per conto terzi da parte di professionisti. Se invece un utilizzatore finale, es. un privato o un’industria alimentare, l’ha acquistato prima del 1° settembre può continuare ad utilizzarlo per i suoi usi personali.

Articoli Generale

Articoli Calendario Interventi

Sanatec Srl Chi Siamo | Mappa del sito | Privacy Policy | Contatti | Credits | ©2007 Sanatec Group